rigatoni carbonara

Con le uova intere oppure solo tuorli?

La fama della carbonara percorre distanze immense, fa letteralmente il giro del mondo! Eppure, per quanto conosciuta e facilmente reperibile in qualsiasi ristorante, la sua ricetta continua ad essere fonte di grande mistero…soprattutto per chi la mangia!

Ognuno la prepara seguendo una ricetta del cuore, quella che fin dal primo boccone la mente già si proietta a quello successivo!

C’è chi la preferisce più gialla, chi più cremosa, altri che amano sentire il croccante del guanciale sotto i denti e quelli per cui il pepe non è mai abbastanza!

I gusti sono gusti, questo è certo, ma le cose buone sono buone e basta e, soprattutto quando si tratta di concedersi un pasto fuori casa, trovare quello che soddisfi le aspettative è a dir poco entusiasmante!

I Vitelloni sono la risposta giusta alle tue esigenze: l’amore per le materie di prima qualità e la continua voglia di sperimentare rende ogni piatto una vera esperienza da provare, gustare e…riprovare!

Il glutine è un problema? Per noi dei Vitelloni non più!

La pasta è per tutti e la carbonara pure! Per questo, oltre la versione classica con il glutine, dai Vitelloni puoi trovare un’ottima carbonara gluten free, per condividere questo momento solenne anche con chi soffre di celiachia o intolleranze!

Che ne dici, ti abbiamo convinto?

Ingredienti

ingredienti carbonara

Per molto tempo si è discusso sulle origini di questo piatto che, insieme all’amatriciana, alla gricia e alla cacio e pepe fa parte dei primi piatti immancabili nelle trattorie romane.

Appurato che la carbonara non sia completamente italiana, quando si parla di ingredienti immancabili, la nostra tradizione si fa decisamente spazio, senza possibilità di deroga! Ecco, quindi, cosa serve per preparare questo primo piatto a regola d’arte:

  • Spaghetti
  • Uova
  • Guanciale
  • Pecorino
  • Sale
  • Pepe

Per una carbonara che meriti di essere ricordata negli anni, la scelta degli ingredienti è determinante: l’inesperienza può portare a compiere errori imperdonabili. Per questo è bene chiarire ogni dubbio riguardo gli elementi che compongono il piatto:

  • No alla pancetta, Sì al guanciale! La delicatezza e la dolcezza del sapore del guanciale, infatti, donano alla carbonara un gusto inconfondibile. Tagliato a listarelle e cotto in padella finché il grasso non si scioglie…è una gran goduria!
  • Il parmigiano è tanto buono, ma qui la spolverata giusta è quella di pecorino! C’è chi lo preferisce abruzzese, perché meno sapido di quello romano, ma è comunque pecorino e non si accettano sostituzioni!
  • Il pepe? Qui i pareri sono contrastanti, perché per alcuni che lo definiscono “imprescindibile”, ce ne sono altri che non lo considerano neppure per sbaglio. Un po’ già ce n’è nel guanciale, ma, a seconda dei gusti, si può sempre aggiungere a piatto terminato.
  • Divieto assoluto per la panna, la nemica numero uno di questo capolavoro delle tavole italiane e, in generale, della cucina tradizionale.
  • Le uova: un po’ intere, un po’ no…l’importante è che siano di galline allevate a terra, gialle e belle grandi!

Tempo di cottura

La cottura della pasta è certamente l’aspetto più importante che determina la riuscita del piatto: utilizzare ingredienti di qualità, per quanto fondamentale…non è tutto!

Una carbonara cremosa, di un giallo intenso, con tanto guanciale croccante e una pioggia di pecorino…se quando la “inforchetti”, ti accorgi che la pasta è scotta, può trasformarsi nel più grande incubo mai vissuto!

Il tempo di cottura varia a seconda del tipo di pasta che viene scelto: la pasta all’uovo è quella che cuoce in assoluto per prima e si scuoce con più difficoltà, mentre per la pasta secca, come gli spaghetti o i rigatoni, sarà necessario attendere qualche minuto in più.

In ogni caso, se non ti fidi del tempo riportato sulla confezione, basterà tirare fuori uno spaghetto, morderlo e controllare che dentro non sia ancora bianco: a quel punto, la pasta è pronta per essere scolata!

I segreti per la carbonara perfetta

Ti sei mai chiesto come mai quando la prepari a casa, la carbonara non viene mai uguale?

A volte troppo liquida, altre invece sembra pasta in bianco condita con un uovo strapazzato: quali sono i segreti per non sbagliare più?

  • Le uova, l’ingrediente principale della carbonara, sono anche quelle che destano più incertezze. Sciogliamo finalmente questo nodo: per preparare la fatidica “cremina” avrai bisogno di tanti tuorli quanti saranno i commensali. Abbiamo parlato di tuorli e non di uova intere; ciò non significa che se userai anche le chiare combinerai un disastro, ma di certo non aspettarti un risultato impeccabile!
  • Carbonara o…frittata? Il momento più delicato per la riuscita del piatto arriva proprio sul finale! Una volta scolata la pasta e aver conservato un po’ di acqua di cottura, dimenticati della padella calda! Amalgama il tutto all’interno di una ciotola e fuori dal fuoco, per evitare che l’uovo si solidifichi e…dire addio alla tua carbonara cremosa!
  • Olio, burro o niente? Il guanciale, quando entra in contatto con il calore della padella, non soltanto inizia a dorarsi, fino a diventare croccante, ma rilascia tutti i grassi necessari a rendere la carbonara più che saporita!

Perché scegliere i Vitelloni

Ora pensa alla bontà della carbonara, alla sensazione che provi ogni volta che un boccone finisce e un altro è già lì pronto che ti aspetta e…a quanto sarebbe bello poterlo addentare circondato dalle bellezze della Città Eterna!

Non stiamo raccontando una favola o ripercorrendo uno splendido sogno, stiamo semplicemente parlando di quello che può accaderti durante un pranzo o una cena dai Vitelloni!

Un locale curato in ogni dettaglio, che offre tutta la qualità delle materie prime insieme alla possibilità di ammirare uno dei quartieri più storici di Roma: San Giovanni.

Dalla colazione fino al cocktail del dopo cena, i Vitelloni ti terranno compagnia per un caffè durante una pausa dal lavoro, per un aperitivo con gli amici o per una pizza che metterà d’accordo tutti, grazie alla possibilità di scegliere tra impasto classico, integrale o senza glutine.

Come dice il detto “provare per credere”. E ora, dopo averti accennato soltanto qualcosa…è il momento di farti vivo!

Ti aspettiamo affamato in Via Amiterno 42/60, per gustare la vita insieme a noi!

Condividi:

Lascia un commento!

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati con *