2021: La bistecca alla fiorentina diventa doc!

E’ da sempre uno dei nostri prodotti di punta, anzi forse il più rappresentativo. Non si tratta certo di una semplice bistecca, bensì di un vero e proprio culto, sia nel taglio che nella cottura. Parliamo del simbolo della cucina fiorentina in Italia e nel mondo, perciò questo riconoscimento non può che essere apprezzato e rendere ancora più orgogliosi.

La denominazione DOC giunge a 20 anni dal primo caso di “mucca pazza” in cui la paura fu tanta e così le misure di prevenzione che portarono al bando della bistecca e non solo, creando un vero e proprio “buco”, un dolore che per i fiorentini solo ora viene risanato. La liberalizzazione è arrivata infatti nel 2005 per gli animali sotto i 18 mesi di età,  e poi nel 2008 l’estensione per i bovini fino a 30 mesi. Oggi la Fiorentina, espressione di un intero territorio, è diventata doc, rendendo ancora più orgogliosi e fieri i suoi grandi estimatori.

La bistecca alla fiorentina, già segnalata dall’Accademia della fiorentina per ottenere il riconoscimento Unesco come patrimonio immateriale, ha una lunga tradizione, tanto che a fine ‘800 venne presentata come piatto toscano per Firenze capitale d’Italia al padiglione italiano all’Esposizione universale di Parigi del 1889  proprio associato alla preparazione di una fetta di carne con osso, alta tre dita e cotta su braci.

Noi de “I Vitelloni” da sempre proponiamo carni accuratamente
selezionate e cotte alla brace su legno di quercia e leccio come i burger di Pollo, Manzo, Angus, Chianina e Seitan, una scelta di altissimo livello e di origine controllata e certificata a cui oggi si aggiunge ufficialmente anche la certificazione DOC della bistecca alla fiorentina!

 

 

Condividi:

Lascia un commento!

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati con *